Questo sito contribuisce alla audience di

Magariños Cervantes, Alejandro

poeta, narratore e autore teatrale uruguayano (Montevideo 1825-1893). Figura autorevole nel campo culturale, fu scrittore tipicamente romantico e introdusse il gaucho nella letteratura uruguayana. Tra le sue opere, che sono la testimonianza concreta di un magistero tutto svolto a favore dell'autonomia letteraria (l'“americanismo”) dei Paesi di lingua spagnola, si ricordano il poema Celiar (1852), il romanzo Caramurú (1854) e le raccolte di liriche Horas de melancolía (1858), Brisas del Plata (1864), Palmas y Ombúes (1884).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti