Questo sito contribuisce alla audience di

Magliano in Toscana

comune in provincia di Grosseto (28 km), 128 m s.m., 250,68 km², 3719 ab. (maglianesi), patrono: Annunciazione di Maria Vergine (25 marzo).

Centro della Maremma, situato su un colle alla destra della valle del fiume Albegna. Città etrusca, poi municipio romano, appartenne agli Aldobrandeschi fino al 1358, quando passò alla Repubblica senese, di cui seguì le vicende. ⿿ Il nucleo storico conserva il suo antico aspetto medievale, con le mura senesi del Quattrocento. Notevoli il Palazzo dei Priori (1430) e le chiese di San Martino, risalente al Mille e rimaneggiata nei sec. XIV-XV, di San Giovanni Battista, di transizione tra gotico e rinascimentale con un fonte battesimale in travertino (1492), e quella dell'Annunziata, romanica ma ampliata nei sec. XV e XVIII, con all'interno cospicui resti di affreschi e un frammento di tavola di Neroccio di Bartolomeo (sec. XV-XVI). Nei dintorni sorge la chiesa romanica di San Burzio (sec. XI-XIII).⿿ L'agricoltura produce olive, uva, cereali e foraggi. Diffuso è l'allevamento ovino. L' industria è presente nei settori alimentare, del legno e dell'abbigliamento. Le notevoli risorse paesaggistiche hanno portato all'affermazione del comparto agrituristico.

Media


Non sono presenti media correlati