Questo sito contribuisce alla audience di

Magnano

comune in provincia di Biella (18 km), 543 m s.m., 10,47 km², 376 ab. (magnanesi), patrono: san Secondo (29 agosto).

Centro posto sulla sommità di una dorsale della Serra di Ivrea. Il feudo appartenne agli Avogadro di Cerrione, cui fu riconfermato anche dopo il passaggio del paese ai Savoia (1373). Nel 1561 una parte del territorio fu ceduta a Francesco dal Pozzo, ma nel 1619 venne ricostituita l'unità del feudo.Il 5 aprile 1799 la località fu teatro di uno scontro tra i francesi del generale Jean-Victor-Marie Moreau e le truppe austriache del generale P. Kray, combattimento che passò alla storia con il nome di battaglia di Villafranca.§ In buono stato di conservazione è il ricetto (sec. XIV). La parrocchiale di San Giovanni Battista e Secondo, secentesca ma rimaneggiata, conserva un'antica torre, trasformata in campanile, e all'interno un pulpito barocco intagliato. Nei dintorni sorge la chiesa romanica di San Secondo (sec. XII).§ L'agricoltura produce cereali e foraggi per l'allevamento bovino. Il comparto manifatturiero comprende imprese edili e meccaniche.

Media


Non sono presenti media correlati