Questo sito contribuisce alla audience di

Maiuri, Amedèo

archeologo italiano (Veroli 1886-Napoli 1963). Dopo aver diretto la missione archeologica italiana nell'Egeo (dal 1914), fondando anche il Museo Archeologico di Rodi (1916), passò alla direzione della Soprintendenza alle Antichità della Campania e del Museo Nazionale di Napoli (1924-56). Oltre che alle scoperte di Pompei, Ercolano, Capri, Cuma, Baia e altre località campane, il suo nome è legato a oltre 350 pubblicazioni, tra articoli e volumi, che gli valsero anche premi letterari.

Media


Non sono presenti media correlati