Questo sito contribuisce alla audience di

Malacòstraci

sm. pl. [sec. XIX; dal greco malakóstrakos, che ha il guscio molle]. Classe (Malacostraca) di Crostacei contraddistinti dal possesso di un tronco formato da quattordici segmenti oltre al telson, diviso in una regione toracica di otto segmenti e una addominale di sei. Fanno eccezione a questo modello i soli Leptostraci, che presentano sette segmenti addominali. Molti hanno un carapace che ricopre il capo e il torace e che si ritiene una struttura primitiva, perduta in alcuni gruppi. Tutti i segmenti sono forniti di arti, che nel torace presentano sviluppato il solo ramo interno. Da uno a tre paia (le più anteriori) di arti toracici si sono trasformati in massillipedi. Per lo più gli arti toracici portano branchie. Gli arti addominali (pleopodi) sono bifidi e simili tra loro, tranne l'ultimo paio (uropodi), spesso robusti e appiattiti e posti al lato del telson a formare una pinna caudale usata per il nuoto, lo scavo, la difesa, ecc. Alcuni pleopodi nei maschi sono trasformati in organi di accoppiamento. I pleopodi possono assolvere varie funzioni, fra cui quella respiratoria, protezione delle uova, produzione di correnti natatorie, ecc. L'intestino anteriore dei Malacostraci possiede uno stomaco bicamerato con piastre trituratrici. L'assorbimento avviene in un diverticolo dell'intestino medio, l'epatopancreas. L'apparato genitale sbocca, nel maschio, ventralmente all'ottavo segmento toracico, nella femmina, nel sesto. Le forme larvali dei Malacostraci sono disparate e mostrano un grado di sviluppo successivo a quello del nauplius, che in genere non si forma. Nelle forme che trattengono le uova in un marsupio ventrale lo sviluppo è diretto, mancando del tutto la fase larvale. I Malacostraci, che comprendono i Crostacei di maggiori dimensioni e di maggiore significato economico, possono essere suddivisi in tre sottoclassi: Fillocaridi, Oplocaridi (comprendente ciascuna un solo ordine di specie viventi) ed Eumalacostraci, a loro volta suddivisi in tredici ordini viventi.

Media


Non sono presenti media correlati