Questo sito contribuisce alla audience di

Malina, Judith

attrice e regista teatrale statunitense (Kiel, ex Unione Sovietica, 1926-Englewood, New Jersey, 2015). Moglie di J. Beck, fondò (1947) e diresse con lui il Living Theatre, dopo aver studiato regia con E. Piscator. Nel lavoro con questa compagnia-comunità, la Malina dimostrò grande rigore di concezioni sceniche sempre più “aperte” e un vibrante talento di interprete aliena da ogni individualismo. Conservò la direzione della compagnia anche dopo la morte del marito avvenuta nel 1985 e nel 1994 la Malina tornò in scena in Maudie e Jane, primo suo lavoro senza la storica compagnia. Lo spettacolo, tratto dal Diario di Jane Somers di Doris Lessing, fu diretto da Luciano Nattino. Irriducibile, come è sempre stata, la Malina continuò a sentirsi legata a uno spirito anarchico-pacifista, contro ogni violenza, a cominciare da quella carceraria, e il suo sforzo, come lei stessa dichiarò, è quello di “fare un teatro capace di comunicare la verità, senza mai dimenticare poesia e creatività”. Continuò a interpretare gli spettacoli del Living Theatre, tra cui Anarchia (1995) e Utopia (1995). Di quest'ultimo curò anche la regia. Nel 2006 diresse Sessantotto. L'utopia della realtà.

Media


Non sono presenti media correlati