Questo sito contribuisce alla audience di

Malpighi, Marcèllo

anatomista italiano (Crevalcore, Bologna, 1628-Roma 1694). Sostenitore del metodo sperimentale contro i difensori delle teorie galeniche, fu tra i maggiori innovatori degli studi di medicina nel sec. XVII. Tra i primi utilizzò il microscopio per compiere studi sistematici e comparati di varie strutture animali e vegetali. Osservò, studiando il polmone della rana, le connessioni tra arterie e vene attraverso i tubi capillari (1661), completando così le scoperte di W. Harvey sulla circolazione del sangue; descrisse per primo varie strutture anatomiche. Nell'Anatomes plantarum (1674; Anatomia delle piante) rappresentò con esattezza figurativa la struttura cellulare dei diversi tessuti vegetali.

Capsula splenica di Malpighi

Involucro fibroso che avvolge la milza e che, flettendosi all'interno del viscere, in corrispondenza dell'ilo, forma le guaine connettivali che ricoprono i vasi sanguiferi.

Corpuscolo renale di Malpighi

Ciascuna delle unità funzionali elementari del rene, costituite dal glomerulo vascolare e dalla capsula di Bowman, che lo avvolge; si trovano nella porzione corticale del rene.

Corpuscolo splenico o lienale di Malpighi

Ciascuno dei corpicciuoli dal colore biancastro che, aggregati alle cellule linfatiche, costituiscono la polpa bianca della milza.

Glomerulo vascolare o renale di Malpighi

Ciascuno dei corpuscoli propri del rene, costituiti da una rete di capillari sanguigni (derivati dalle arterie segmentali provenienti dall'aorta dorsale), che, insieme alla capsula di Bowmann, forma il corpuscolo renale.

Piramidi di Malpighi

Formazioni coniche separate tra loro da setti di sostanza corticale, che costituiscono la porzione midollare del rene.

Strato di Malpighi

Strato dell'epidermide, detto anche malpighiano, costituito da cellule poligonali con nucleo rotondeggiante e con sottili prolungamenti.

Bibliografia

H. B. Adelmann, Marcello Malpighi and the Evolution of Embriology, 5 voll., Ithaca, 1966; M. Anzalone, Marcello Malpighi e i suoi scritti sugli organi del respiro, Bologna, 1966; Autori Vari, Celebrazioni malpighiane. Discorsi e scritti, Bologna, 1966.