Questo sito contribuisce alla audience di

Mandùria

Guarda l'indice

comune in provincia di Taranto (36 km), 79 m s.m., 178,33 km², 31.747 ab. (manduriani), patrono: san Gregorio Magno (3 settembre).

Generalità

Cittadina del Salentosettentrionale, posta sul versante interno delle Murge Tarantine. Il nucleo più antico presenta una struttura irregolare con vie anguste e tortuose; a esso si affiancano i quartieri più moderni con planimetria ordinata e regolare.

Storia

Fu uno dei principali centri dei Messapi, invano assediati dai tarantini con l'aiuto del re di Sparta Archidamo III, che qui morì nel 338 a. C. Sotto i Romani, fu presa da Annibale nel 212 a. C. e tre anni più tardi distrutta da Quinto Fabio Massimo. Nel Medioevo subì le devastazioni gotiche (547) e longobarde (924) e, nel 977, fu distrutta dai Saraceni. Risorse alla fine del sec. XI col nome di Casalnuovo o Castelnuovo. Dal 1517 fu dei Bonifacio e dal 1572 al 1785 degli Imperiali.

Arte

Il duomo, romanico ma ristrutturato nel sec. XVI, presenta una facciata tripartita con un grande rosone e uno splendido portale centrale (1532); il campanile è di forme tardoromaniche. Di fronte al duomo si estende il ghetto ebraico, che ha mantenuto intatta la sua fisionomia caratteristica, con le piccole case senza finestre, ornate da decorazioni quattro-cinquecentesche. Sulla triangolare piazza Garibaldi si affaccia il grandioso palazzo Imperiali, edificato nel 1719 in forme barocche: ha un notevole portale e una balconata, con ringhiera in ferro battuto, che corre lungo l'intera facciata. Di fronte è l'ex convento del Carmine (sec. XVIII), sede municipale. La chiesa delloSpirito Santo ospita la Mostra Permanente Oltre le Mura, con manufatti provenienti dalle necropoli messapiche. La cappella di San Pietro Mandurino fu edificata su una grotta adibita a chiesa del sec. VIII o IX; si compone di vari ambienti decorati da affreschi databili a epoche differenti. Presso il cimitero è il Fonte Pliniano, un'antica grotta, sistemata in età preromana, dove il livello dell'acqua è sempre costante.

Economia

La cittadina è un importante centro di produzione vinicola, soprattutto del primitivo di Manduria DOC, ma anche di altri vini pugliesi. Oltre all'uva da vino, l'agricoltura produce olive, frutta e ortaggi. L'industria opera soprattutto nei settori alimentare, metalmeccanico, grafico-editoriale, dei materiali da costruzione e della lavorazione del legno. Inoltre è praticata la pesca ed è rilevante il turismo balneare, soprattutto nelle località lungo la costa.

Curiosità e dintorni

L'8 marzo viene dato il via ogni anno alla Fiera Pessima, la cui tradizione risale al sec. XV, con ampia esposizione di merci di vario genere. All'esterno la cinta muraria, appartenente all'antica città messapica e costituita da tre circuiti concentrici (sec. V-III sec. a. C.), è stata scavata una vasta necropoli (sec. III-II a. C.).

Media


Non sono presenti media correlati