Questo sito contribuisce alla audience di

Manning, Henry Edward

cardinale inglese (Totteridge 1808-Westminster 1892). Dal 1832 ecclesiastico anglicano e seguace del movimento di Oxford, nel 1851 passò alla Chiesa cattolica romana, diventando arcivescovo di Westminster nel 1865 e cardinale nel 1875. Si distinse per l'intransigente ultramontanismo e, dopo il Concilio Vaticano I (1869-70), per la polemica apologia del dogma dell'infallibilità papale. Tra i suoi scritti: The Temporal Power of Jesus Christ (1861; Il potere temporale di Gesù Cristo), The True Story of the Vatican Council (1878; La vera storia del Concilio Vaticano).

Media


Non sono presenti media correlati