Questo sito contribuisce alla audience di

Marìa Stuarda

(Maria Stuart). Tragedia in 5 atti di Friedrich Schiller, rappresentata a Weimar nel giugno 1801. Gioca sul contrasto tra la regina d'Inghilterra Elisabetta, arida e assetata di potere, e l'appassionata Maria regina di Scozia, che, mandata a morte dalla rivale, accetta la sua sorte, purificata moralmente dalle sofferenze. Vistoso è il legame della tragedia, tra le più forti di Schiller, col dramma barocco del martirio. Opera di grande efficacia drammatica, ha avuto enorme fortuna sui palcoscenici di tutta Europa. In Italia hanno interpretato il ruolo di Maria Stuarda, tra le altre, C. Marchionni, A. Ristori, I. Vitaliani, V. Cortese, M. Melato, E. ZareschiA. Proclemer. § Alla stessa vicenda si sono ispirate anche altre opere teatrali, tra le quali: Corona tragica, vida y muerte de la Serenissima Reina de Escocia (1627) di Lope de Vega; La reina di Scotia (1628) di Federico Della Valle; Maria Stuarda (1789) di Vittorio Alfieri; Mary Stuart (1881) di Algernon Charles Swinburne, ecc. Numerose anche le opere musicali, dai titoli diversi, sul personaggio e la storia della regina di Scozia. Tra le più significative si ricordano quelle di P. Casella, 1813; R. Hamilton, 1820; S. Mercadante, 1821; G. Donizetti, 1834; L. Niedermeyer, 1844; V. Capecelatro, 1850.

Bibliografia

S. Zweig, Maria Stuart, Berlino-Darmstadt, 1955; N. B. Morrison, Maria Stuarda, Milano, 1964; A. Fraser, Mary, Queen of Scots, Londra, 1969; S. Zweig, Maria Stuarda, Milano, 1983.