Questo sito contribuisce alla audience di

Marino da Caramànico

giurista (Caramanico primi decenni sec. XIII-? ca. 1288). Formato alla Scuola bolognese dei glossatori, legò il suo nome soprattutto alle Adnotationes ad Constitutiones Regni Siciliae e cioè al Liber Augustalis di Federico II (1231). Composta tra il 1278 e il 1285, tale opera esegetica divenne la glossa ordinaria alle Costituzioni stesse. Fu giudice della Magna Regia Curia di Napoli, ricoprì incarichi pubblici sotto Carlo II e Roberto d'Angiò e probabilmente insegnò nello Studio napoletano. Nella sua opera si riassume sotto molti aspetti il pensiero giuridico del tempo nell'Italia meridionale.

Media


Non sono presenti media correlati