Questo sito contribuisce alla audience di

Marsciano

comune in provincia di Perugia (29 km), 184 m s.m., 161,55 km², 16.336 ab. (marscianesi), patrono: san Giovanni Battista (24 giugno).

Centro sul versante destro della bassa valle del fiume Nestore, alla confluenza con il Tevere. Di origine antica, per la sua importanza strategica fu oggetto di aspre contese tra Perugia, Todi e Orvieto. Fu feudo dei conti Bulgarelli, che lo vendettero a Perugia nel 1281. Nel 1540 cadde sotto il dominio dello Stato Pontificio. § Conserva resti del castello dei primi feudatari e delle antiche mura, sulle quali furono poi costruite le abitazioni. La parrocchiale, ricostruita alla fine dell'Ottocento, conserva un affresco di scuola umbra di fine Quattrocento e un crocifisso ligneo del Duecento. § Attivo centro economico e finanziario, vi operano aziende alimentari, metalmeccaniche, del mobile, dei laterizi e della terracotta. È presente un artigianato di qualità nella lavorazione del ferro battuto, del legno e dei tessuti al telaio. L'agricoltura produce olio, vino, frumento e girasoli. Molto vivace il settore agrituristico. § Vi nacque lo storico Luigi Salvatorelli (1886-1974).

Media


Non sono presenti media correlati