Questo sito contribuisce alla audience di

Martínez Sierra, Gregorio

autore teatrale spagnolo (Madrid 1881-1948). Poeta di ispirazione decadente, scrisse romanzi sentimentali e si dedicò alla direzione artistica (1917-25) del teatro Eslava di Madrid. Nel 1931 si trasferì a Hollywood come soggettista e sceneggiatore e rientrò in patria poco prima della morte. Sottile indagatore dell'animo umano, specialmente di quello femminile, trasfuse anche nelle sue commedie un sentimentalismo forse eccessivo e uno psicologismo a volte acuto cui non sono estranee influenze maeterlinckiane e ibseniane. Tra le sue molte commedie si segnalano: La sombra del padre (1909; L'ombra del padre), El ama de la casa (1910; La padrona di casa), Primavera en otoño (1911; Primavera in autunno), Canción de cuna (1911), il suo capolavoro, Mamá (1913), Esperanza nuestra (1917), El sueño de una noche de agosto (1918), Don Juan de España (1921). Scrisse inoltre il soggetto de El amor brujo e de El sombrero de tres picos musicati da De Falla.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti