Questo sito contribuisce alla audience di

Martina

imperatrice bizantina (m. Rodi 652). Sposò lo zio Eraclio I (614), suscitando un grave scandalo e divenendo assai impopolare. Assidua collaboratrice del marito, gli succedette per sua volontà nell'impero (641), associata col figliastro Costantino III e col figlio Eraclio II (Eracleona). Accusata con quest'ultimo di aver assassinato il figliastro, fu costretta ad associare al trono il figlio di lui Costante II, ma poco dopo madre e figlio furono spodestati, mutilati e relegati a Rodi.

Media


Non sono presenti media correlati