Questo sito contribuisce alla audience di

Martino de Azpilcueta

(Navarrus). Canonista e moralista spagnolo (Barasoain 1492-Roma 1586). Fu insegnante di chiara fama a Salamanca e organizzatore dell'Università di Coimbra (Portogallo). In seguito divenne consigliere di Filippo II e difese Bartolomeo di Carranza, arcivescovo di Toledo, accusato di protestantesimo. Passò gli ultimi anni a Roma come consultore della S. Penitenzieria. Fu un conservatore e fece sempre prevalere il principio moralistico su quello giuridico; in diritto sorvolò sulla parte teorica soffermandosi invece sulla casistica. Opere: De praebendis, De spoliis clericorum, De redditibus ecclesiasticorum, Consilia et responsa, Enchyridion sive Manuale confessariorum et paenitentium, Modus orandi (scritto ascetico).

Media


Non sono presenti media correlati