Questo sito contribuisce alla audience di

Martinu, Bohuslav

compositore cecoslovacco naturalizzato statunitense (Polička 1890-Liestal, Basilea, 1959). Studiò a Praga (anche con J. Suk), poi si perfezionò con A. Roussel a Parigi, dove entrò in contatto con Stravinskij e con il “Gruppo dei Sei”. Nel 1941 si rifugiò negli USA, dove ritornò dopo un soggiorno a Praga (1946-48); nel 1957 si trasferì in Svizzera. Nell'eclettica formazione di Martinu furono decisivi il legame con la scuola nazionale e con il canto popolare boemo e l'esperienza parigina: la sua abbondante produzione oscilla variamente tra assimilazione di stilemi popolari (talvolta anche del jazz), atteggiamenti neoclassici, contrappuntismo neobarocco. Ha lasciato una decina di opere tra cui Julietta (1938) e Passione greca (rappresentata postuma, 1961), 14 balletti, 6 sinfonie, musica sinfonica e da camera.

Media


Non sono presenti media correlati