Questo sito contribuisce alla audience di

Massimino Dàia

(latino Galeríus Valeríus Maximīnus Daía), imperatore romano (m. Tarso 313). Originario della Tracia e di modesta origine, fu associato nell'impero come Cesare dallo zio Galerio nel 305 che gli assegnò il governo delle province orientali. I soldati lo proclamarono Augusto nel 308 in contrapposizione a Licinio alleato di Costantino. Dopo la morte al ponte Milvio di Massenzio, col quale si era accordato, fu affrontato e battuto da Licinio ad Adrianopoli: si avvelenò a Tarso, dove si era rifugiato.

Media


Non sono presenti media correlati