Questo sito contribuisce alla audience di

Massinger, Philip

drammaturgo inglese (Salisbury 1583-Londra 1640). Fu, tra gli autori del teatro inglese dopo Shakespeare, uno dei più maturi e rappresentati. Scrisse le prime opere in collaborazione con altri e soprattutto con Fletcher (The False One, ecc.), di cui si ritrova l'influsso in alcuni drammi. Massinger tuttavia manifestò sempre caratteristiche singolari: intanto l'audacia con cui sfidava i pregiudizi e le idee imperanti, mostrando scarso rispetto verso la corte, il diritto divino dei re e addirittura simpatia verso il papismo; inoltre la tendenza a un teatro d'idee e di riflessione, evidente nonostante l'uso degli artifici graditi al gusto del pubblico, il talento oratorio, sconfinante a volte in una magniloquenza retorica, l'originalità di certe figure e certe scene. Privo della forza poetica e del senso tragico che fecero grandi altri scrittori del periodo giacobiano, fu tuttavia abile costruttore di trame di preferenza indirizzate verso il trionfo della virtù sul vizio. Gli sono stati attribuiti 37 lavori (di cui 19 giunti a noi) e molti altri scritti in collaborazione. È opinione diffusa che il migliore sia A New Way to Pay Old Debts (1625; Un nuovo modo di pagare vecchi debiti), una commedia ben costruita dove fa spicco il personaggio negativo di sir Giles Overreach. Ma anche fra i drammi spiccano alcune opere notevoli: The Maid of Honour (pubblicata nel 1622; La fanciulla onorata), quasi classica per unità d'azione, discrezione di mezzi e nobiltà di ispirazione, The Roman Actor (1626).

Media


Non sono presenti media correlati