Questo sito contribuisce alla audience di

Matoš, Antun Gustav

scrittore e giornalista croato (Tovarnik 1873-Zagabria 1914). Visse esule a Belgrado, Ginevra e Parigi fino al 1908, quindi poté tornare in patria, dove esercitò una notevole influenza politica e letteraria. Scrittore di orientamento modernista, pubblicò raccolte di racconti, da lui definiti “studi critici” (Schegge, 1899; Nuove schegge, 1900; Storie stanche, 1909), in cui si manifesta una predilezione per i ritratti psicologici e per le ampie descrizioni; compose Poesie (pubblicate postume nel 1923), che costituiscono forse la parte più valida della sua produzione; scrisse efficaci saggi e critiche letterarie.

Media


Non sono presenti media correlati