Questo sito contribuisce alla audience di

Mazza, Giusèppe

scultore e stuccatore italiano (Bologna 1653-1741). Figlio dello scultore Camillo (Bologna 1602-1672), autore tra l'altro di una Pietà nella bolognese chiesa dei Cappuccini, si formò a contatto con l'ambiente dei pittori emiliani Canuti, Dal Sole, Franceschini, con i quali collaborò a Bologna in molte imprese decorative (decorazioni a stucco della cappella Manzoli in S. Giacomo Maggiore e della cappella Aldrovandini nella chiesa dei Poveri). Tra il 1703 e il 1709 fu a Venezia, dove realizzò tra l'altro i rilievi con le Storie di S. Domenico nella chiesa dei SS. Giovanni e Paolo, già settecenteschi nella fluidità del modellato e nell'eleganza compositiva. Dalla tradizione emiliana derivò anche i modi della scultura in terracotta, materiale che trattò con raffinata sensibilità pittorica.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti