Questo sito contribuisce alla audience di

Mazzarèlla, Pièro

attore teatrale italiano (Caresana, Vercelli, 1928-Milano 2013). Fece il suo apprendistato in compagnie minori, prima di approdare negli anni Sessanta alla Stabile milanese che agiva al Teatro Gerolamo. Sciolta questa formazione, formò compagnia propria, continuando a recitare in dialetto e proponendo, insieme con i vecchi personaggi di E. Ferravilla, novità appositamente scritte per lui da autori contemporanei, tra i quali Rino Sivieri. Partecipò a spettacoli del Piccolo Teatro, come L'eredità del Felis di Illica e Il barone di Birbanza di Maggi. Legato al repertorio dialettale, Mazzarella interpretò con la sua compagnia nel 1992 la commedia in dialetto milanese Mi e loo semm in doo. Nel progetto dedicato alla cultura lombarda dal Teatro Franco Parenti di Milano (1994) interpretò, curiosamente, un ruolo non in lingua: il Prospero de La tempesta, dal romanzo di E. Tadini. Vinse il Premio Idi (Istituto del dramma italiano) nel 1994 per l'impegno a favore della conoscenza e della conservazione della lingua.

Media


Non sono presenti media correlati