Questo sito contribuisce alla audience di

McBain, Ed

pseudonimo dello scrittore americano Evan Hunter (in precedenza Salvatore Lombino) (New York 1926-Weston, Connecticut, 2005). Prima del suo esordio in narrativa, lavorò come sceneggiatore cinematografico. Nel 1954 pubblicò The Blackboard Jungle (trad. it. Il seme della violenza) il suo primo romanzo, dal quale è stato tratto nel 1955 l'omonimo film di R. Brooks. Fin dalle opere giovanili McBain mostrò una predilezione per il genere poliziesco poi confermata dalla nota serie con protagonista l'87° distretto. I suoi polizieschi hanno rinnovato lo schema classico: tra i più noti sono da menzionare Cop Hater (1956; trad. it. L'assassino ha lasciato la firma), cui hanno fatto seguito Killer’s Choice (1957; trad.it. Qui 87° distretto), See Them Die (1960; trad. It. Lo spettacolo è finito), Like Love (1962; trad. it. Nessuna via d'uscita), Hail, Hail, the Gang is Here (1971; trad. it. 87° distretto: tutti presenti), Tricks (1987; trad. it. Veleno per l'87° distretto) e Widows (1991; Vedove). In Nocturne (1997) intrecciò le vicende legate alla morte di un'anziana pianista e di una giovane prostituta in una New York cupa e pericolosa. Ancora una New York capitale dell'omicidio è rappresentata in The Big Bad City (2000; Grande città violenta), mentre la minaccia terroristica, incombente sull'America, è al centro di Money (2001).