Questo sito contribuisce alla audience di

Mechta-el-Arbi

località dell'Algerianordorientale nella wilaya di Costantina, 50 km a SW del capoluogo. Qui sono stati scoperti nel 1912, da A. Debruge, resti cranici e scheletrici, descritti da Arambourg, Vallois, Boule e Verneau nel 1934, attribuibili a un tipo umano molto simile a quelli del gruppo Cro-Magnon, dai quali differisce per la notevole altezza della calotta cranica.

Media


Non sono presenti media correlati