Questo sito contribuisce alla audience di

Melanèsia

Guarda l'indice

Geografia

Divisione geografica dell'Oceania, a S della Micronesia e a W della Polinesia, comprendente le terre emerse dell'Oceano Pacifico sudoccidentale situate tra la Nuova Guinea a NW, le isole Figi a E e la Nuova Caledonia a S. Comprende quindi, oltre alle isole e agli arcipelaghi suddetti, le isole dell'Ammiragliato, l'arcipelago di Bismarck, le isole Salomone, l'arcipelago Louisiade, le isole Santa Cruz, le Vanuatu e le isole della Lealtà. Deriva il nome dal greco mélas (nero) e nésos (isola), essendo abitata prevalentemente da popoli di razza negroide.

Arte

Probabilmente connessa alla cultura austromelanesiana, la produzione preistorica e archeologica, finora scarsamente investigata, ha i risultati di maggiore interesse nell'arte rupestre. In Nuova Guinea petroglifi rinvenuti lungo la costa nordoccidentale mostrano chiare affinità stilistiche con la produzione indonesiana (la cui influenza è sensibile in tutte le manifestazioni dell'arte locale). Altra zona di grande sviluppo dell'arte rupestre è la Nuova Caledonia, i cui petroglifi, a motivi sia cruciformi sia a cerchi, semicerchi e spirali, avvicinati stilisticamente a motivi artistici della preistoria europea, hanno determinato diverse ipotesi sul loro significato e sulla cultura che li avrebbe prodotti. Benché di minore entità rispetto all'arte rupestre, non mancano in Melanesia ritrovamenti archeologici di manufatti litici: in Nuova Guinea, Nuova Britannia, Vanuatu e, soprattutto, alle Salomone. I ritrovamenti di quest'ultima area pongono problemi di correlazione stilistica di difficile soluzione, presentando affinità con la produzione indonesiana e con quella dell'isola di Pasqua. L'esame comparato dei reperti archeologici conferma i contatti avvenuti in antico tra i vari arcipelaghi, nonché la sopravvivenza di stili e motivi arcaici nella più recente produzione. Le espressioni artistiche delle singole aree geografico-culturali del composito panorama melanesiano sono quanto mai varie ed eterogenee. In esse è tuttavia possibile individuare due tendenze fondamentali: l'una fortemente espressiva (golfo dei Papua, Vanuatu), in cui soggetto principale è la figura umana, scolpita e dipinta con effetti spettacolari, eccezionale ricchezza di motivi decorativi ed estrema varietà di appendici ornamentali; l'altra essenzialmente decorativa (isole dell'Ammiragliato, Nuova Britannia, Salomone), con effetti di stilizzazione e di sintesi formale.

Bibliografia

A. Huetz de Lemps, Géographie de l'Océanie, Parigi, 1966; H. C. Brookfield, D. Hart, Melanesia: a Geographical Interpretation of an Island World, Londra, 1971; V. Maconi, Australia e Melanesia, Novara, 1979.