Questo sito contribuisce alla audience di

Mendoza y Bobadilla, Francisco

prelato e uomo politico spagnolo (Cuenca 1508-Burgos 1566). Esperto di teologia e diritto, fu canonico a Salamanca (1528), vescovo di Coria (1535), cardinale dal 1544 e poi vescovo di Burgos (1550). Si trovava negli stessi anni in Italia, per delicate missioni diplomatiche affidategli da Carlo V. Fu amico e protettore di umanisti e studiosi e favorì Sant'Ignazio e i gesuiti. Lasciò importanti opere di teologia, fra cui un discusso De naturali cum Christo unitate, originale applicazione della dottrina del “corpo mistico di Cristo”.

Media


Non sono presenti media correlati