Questo sito contribuisce alla audience di

Meseta

vasto altopiano interno della Penisola Iberica (con ca. 170.000 km² copre un terzo del territorio spagnolo). Costituito da un tavolato alto in media 600-800 m s.m. Formatasi durante l'orogenesi ercinica, la Meseta costituisce la formazione geologica più antica della Penisola Iberica. Diviso dal Sistema Centrale in due sezioni: la Meseta Settentrionale, costituita da un tavolato di maggiore altitudine, e la Meseta Meridionale, meno elevata e più accidentata, in gran parte corrispondenti la prima alla regione spagnola della Castiglia-León, la seconda alla Castiglia-La Mancha. L'altopiano è orlato su tre lati da notevoli rilievi montuosi: la Cordigliera Cantabrica a N, il Sistema Iberico a E e la Sierra Morena a S; a W si aprono le valli, profondamente incise nella Meseta, dei fiumi Duero (Meseta Settentrionale), Tago e Guadiana (Meseta Meridionale). Il clima è continentale arido con forti escursioni termiche stagionali e vegetazione spontanea stepposa. La scarsa densità della popolazione nelle aree rurali, dove sono praticate la cerealicoltura estensiva e l'allevamento ovino, contrasta con la presenza della capitale Madrid. Per estensione il termine Meseta indica un tavolato poco rilevato, risultato dell'erosione di un altipiano di antica origine.

Media


Non sono presenti media correlati