Questo sito contribuisce alla audience di

Metapònto

Guarda l'indice

Generalità

località del comune di Bernalda (provincia di Matera), a 4 m s.m. tra le foci dei fiumi Bradano e Basento. Mercato agricolo. Turismo balneare a Lido di Metaponto.

Storia

Colonia greca, la tradizione fornisce notizie diverse sulle sue origini (Strabone VI, 264 e seguenti), attribuendone fra l'altro la fondazione a Nestore. Fa parte delle colonie cosiddette “achee”, ma alla sua colonizzazione parteciparono sicuramente elementi di più stirpi etniche. Fondata probabilmente intorno alla metà del sec. VIII a. C., fu alleata di Sibari e di Crotone nella guerra che distrusse Siri (ca. 530 a. C.) e cercò poi di resistere al predominio crotoniate, cadendo più tardi sotto l'influenza di Taranto. Alleata di Roma dopo la guerra di Pirro, la tradì durante la seconda guerra punica passando ad Annibale.

Arte e archeologia

Della città sono stati identificati il circuito delle mura e l'impianto urbano, con fitta rete di strade ortogonali; all'esterno delle mura si estendono ricche necropoli. Nella zona dell'agorà sono venuti in luce resti di tre templi arcaici dedicati ad Apollo Licio, a Era e ad Atena, ornati di bellissime grondaie fittili policrome con teste leonine, e un teatro costruito nel sec. IV a. C. su un terrapieno artificiale, sul posto di un precedente ekklesiasterion (luogo di riunione dell'assemblea popolare). A S si sono trovati resti del castrum e dell'abitato romano. È stato portato alla luce anche un quartiere abitato da ceramisti. A N è il ben conservato tempio detto “delle Tavole Palatine” (ca. 530 a. C.), forse dedicato a Era. Numerose le scoperte nel retroterra: nel santuario di San Biagio le stipi votive hanno restituito migliaia di statuette, ora esposte nel Museo Archeologico di Metaponto.

Bibliografia

G. Schmiedt, R. Chevalier, Caulonia e Metaponto, Roma, 1959; M. T. Giannotta, Metaponto ellenistico-romana, Lecce, 1980.

Media


Non sono presenti media correlati