Questo sito contribuisce alla audience di

Meyrink, Gustav

pseudonimo dello scrittore austriaco Gustav Meyer (Vienna 1868-Starnberg, Baviera, 1932). Sotto l'influenza di Hoffmann e Poe scrisse novelle e romanzi ambientati per lo più nella vecchia Praga, che nella sua lingua densa e colorita si fa allucinazione e incubo e prelude alla Praga di Kafka. La dimensione mistica e la visione satirico-grottesca dell'ipocrita società borghese lo portano ad affreschi apocalittici. Tra le sue opere si ricordano Der Golem (1915; Il Golem), Das grüne Gesicht (1916; La faccia verde), Die Walpurgisnacht (1917; La notte di Valpurga), Der weisse Dominikaner (1921; Il domenicano bianco).

Media


Non sono presenti media correlati