Questo sito contribuisce alla audience di

Mezzòldo

comune in provincia di Bergamo (50 km), 835 m s.m., 18,81 km², 222 ab. (mezzoldesi), patrono: san Giovanni Battista (24 giugno).

Centro situato nell'alta val Brembana, alla destra del ramo occidentale del fiume Brembo. Con il dominio di Venezia divenne luogo di confine con i Grigioni, ma acquistò un certo rilievo economico-militare solo con la costruzione della strada Priula (1598), a quel tempo stazione doganale, che univa Bergamo alla Valtellina.§ Di interesse è, all'inizio dell'abitato, un fabbricato secentesco, dalle forme venete; sulla facciata un affresco sacro e uno stemma del sec. XVIII. La parrocchiale di San Giovanni, ristrutturata nel 1754, custodisce una notevole tavola di Lattanzio da Rimini (1505). Nei dintorni si trova la Cà San Marco, antica casa cantoniera adibita a rifugio, che conserva nella facciata il bassorilievo del leone alato, simbolo della Serenissima. §Località di villeggiatura estiva e punto di partenza per escursioni al passo di San Marco, basa la sua economia sulle attività connesse al turismo. È sede di una centrale che produce e distribuisce elettricità.

Media


Non sono presenti media correlati