Questo sito contribuisce alla audience di

Mi Fei

(Mi Fu; Yuang-chang), pittore, calligrafo, scrittore e critico d'arte cinese (1051-1107). Personalità ricca di interessi culturali e artistici, rappresentò al suo tempo l'espressione più significativa del gentiluomo letterato (wen-jen), preparato a conseguire in campi diversi le più alte affermazioni. Autorevole maestro calligrafo, intelligente collezionista di opere antiche, critico d'arte (importante, tra i suoi scritti, il Hua Shih, Resoconto della pittura), nonché funzionario statale sotto i Sung settentrionali. Le testimonianze della sua attività pittorica (paesaggi immersi in atmosfere di fluida consistenza, dove la realtà si offre con le luci evanescenti dell'apparizione) sono limitate a pochissime opere che coincidono con lo stile riferito all'artista dalle fonti letterarie. L'opera che viene considerata più sicuramente autografa è il Paesaggio (inchiostro su carta) della collezione Fusetsu Nakamura di Tōkyō (firmata e datata 1102). Un'altra sua pittura di convincente attribuzione sembra essere il rotolo Colline erbose e alberi fronzuti nella nebbia (Washington, Freer Gallery of Art).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti