Questo sito contribuisce alla audience di

Michèle II (imperatore bizantino)

imperatore bizantino detto il Balbo (Amorio, in Frigia, ?-829). Succedette a Leone V l'Armeno, da lui fatto assassinare (820). Soldato rozzo e violento, benché iconoclasta sospese la persecuzione dei cultori delle immagini e vietò ogni disputa sulla materia. Un suo vecchio compagno d'armi, lo slavo Teodoro, suscitò contro di lui una vasta insurrezione a sfondo etnico, religioso e soprattutto sociale, che guadagnò in breve tutta l'Asia Minore ed ebbe l'appoggio degli Arabi (califfo Al-Mamun). Tommaso di Cappadocia fu incoronato imperatore dal patriarca di Antiochia (821) e, avuta a sua disposizione una flotta, pose l'assedio a Costantinopoli (821-823). Dopo più di un anno Michele II riuscì a rompere il blocco grazie all'aiuto dei Bulgari e a catturare ed eliminare l'avversario. L'impero uscì da questi fatti gravemente indebolito, ciò che permise agli Arabi di occupare Creta (823) e la Sicilia (827), due posizioni-chiave del Mediterraneo. Con Michele II si iniziò la dinastia Frigia o Amoriana, che regnò fino all'867.

Media


Non sono presenti media correlati