Questo sito contribuisce alla audience di

Michèle III (zar di Russia)

Romanov, zar di Russia (? 1596-Mosca 1645). Figlio del boiaro Fëdor Nikitič Romanov monaco col nome di Filarete, fu chiamato, sedicenne, al trono (1613) dal “Zemskij Sobor” (assemblea delle province), dopo la fine della smuta (torbidi). Nel 1619 il padre, ostaggio da 9 anni presso il re polacco, tornò in patria; e da allora, fatto patriarca di Mosca, diresse la condotta politica del figlio. Con lo stesso titolo di gran gosudar (signore), i due regnarono sino al 1633, quando Filarete morì; poi Michele III continuò sulla stessa linea politica. In quegli anni fu raggiunta la pace con la Svezia (1617) e con la Polonia (tregua del 1618 e pace del 1634); gli irrequieti Cosacchi vennero ridotti all'obbedienza. All'interno il tentativo di ricostruire lo Stato, che versava in condizioni tragiche, portò vantaggio alla corte, al fisco e all'esercito, ma pesò enormemente sulle spalle dei contadini, degli artigiani e dei commercianti: i primi, ridotti in servitù sempre più dura, gli altri schiacciati dalle imposte e dalla concorrenza di artigiani e mercanti stranieri.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti

. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->