Questo sito contribuisce alla audience di

Miloš I

Obrenović, principe di Serbia (Srednia Dobrna 1780-Topćider, presso Belgrado, 1860). Partecipò all'insurrezione serba (1804-13) contro i Turchi; si sottomise dopo la fuga del principe Karađorđe, ricevendo la carica di knez (principe), ma si ribellò nuovamente nel 1815 e, dopo alcuni successi militari, costrinse il sultano a concedere l'autonomia amministrativa. Dopo aver eliminato Karađorđe nel 1817, si fece proclamare dalla Skupština principe ereditario di Serbia. Pur pagando il tributo ai Turchi, cercò di mantenersi politicamente indipendente e impostò un sistema di governo autoritario e dispotico che provocò costanti complotti. Nel 1839 fu costretto ad abdicare in favore del figlio Milan. Ritiratosi in Valacchia, nel dicembre 1858 fu però richiamato dalla Skupština col titolo di “padre della Patria”; durante i due anni successivi svolse un'intensa attività diplomatica, ottenendo l'appoggio di Napoleone III contro le ingerenze turche. Nel settembre 1859 ottenne il riconoscimento dell'ereditarietà, nell'ambito della sua famiglia, del titolo regale.

Media


Non sono presenti media correlati