Questo sito contribuisce alla audience di

Mina, Francisco Javier

guerrigliero spagnolo (Idocin 1789-Messico 1817). Convinto liberale, combatté contro gli invasori napoleonici dal 1808 in poi, alla testa di nuclei partigiani, ottenendo clamorosi successi in Navarra e in Aragona. Caduto prigioniero, venne deportato in Francia fino al 1814, dopo di che tornò in patria per combattere contro gli assolutisti. Sconfitto, fuggì in Francia; passò poi in Inghilterra dove decise di proseguire in Messico la lotta contro l'assolutismo, in appoggio ai patrioti messicani. Sbarcato nel 1817, dopo alcune vittorie fu fatto prigioniero presso Guanajuato e venne fucilato come traditore dai suoi compatrioti.

Media


Non sono presenti media correlati