Questo sito contribuisce alla audience di

Mobil

(Socony Mobil Oil Co.), compagnia petrolifera statunitense sorta nel 1866 con la denominazione di Vacuum Oil Co. Successivamente entrò a far parte del gruppo petrolifero fondato da J. D. Rockefeller, la Standard Oil, da cui si staccò nel 1911. Formò quindi con la Standard Oil Co. di New York la Socony Vacuum Oil Co. e partecipò attivamente alla ricerca e allo sfruttamento degli idrocarburi dapprima nell'America Settentrionale e poi in varie parti del mondo, realizzando ingenti profitti e assumendo una posizione di preminenza nel settore. Ristrutturata, nel 1955 assunse la ragione sociale che la distingue attualmente. Le attività all'estero sono articolate tramite una serie di filiali fra le quali quelle europee, in Germania (Mobil Oil Deutschland), Francia (Mobil Oil Française), Gran Bretagna (Mobil Oil UK). Ha per lunghi anni operato anche in Italia tramite la Mobil Oil Italiana, che disponeva di una raffineria vicino Napoli e di un'altra in comproprietà con la Gulf a Bertonico (Lombardia). Nel 1995 ha venduto le sue attività plastiche al gruppo industriale Tenneco Inc. Nel 1996 ha avviato un programma per rafforzare la sua posizione sui mercati internazionali con joint ventures e fusioni. Ha concluso, in particolare, un accordo che prevede la fusione delle sue attività europee con quelle della British Petroleum per la raffinazione e le stazioni di servizio. Ha acquistato inoltre la Ampolex Ltd., compagnia petrolifera statunitense. La fusione nel 1999 con l'Exxon Corporation, la prima compagnia petrolifera statunitense, ha ricomposto lo smembramento della Standard Oil e portato al controllo del 28% della benzina venduta nel mondo.