Questo sito contribuisce alla audience di

Modigliani, Giusèppe Emanuèle

uomo politico italiano (Livorno 1872-1947). Esponente socialista e brillante avvocato, fu deputato dal 1913 al 1924. Contrario all'intervento nella prima guerra mondiale, partecipò alla Convegno di Zimmerwald (1915) e difese di fronte al tribunale militare gli imputati per i moti torinesi del 1917. Nel 1922 aderì alla scissione riformista fondando con Treves e Turati il Partito Socialista Unitario (PSU). Dopo aver sostenuto la parte civile nel processo per l'assassinio di Matteotti, fu costretto a emigrare e si rifugiò in Francia dove fu uno dei capi dei fuorusciti socialisti. Membro della Consulta e deputato alla Costituente per il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria (PSIUP), dopo la scissione del 1947 fu presidente del gruppo parlamentare del Partito Socialista dei Lavoratori Italiani (PSLI).