Questo sito contribuisce alla audience di

Mogadìscio

Guarda l'indice

capoluogo della regione del Benadir e capitale della Somalia, 1.257.000 ab. (stima 2005), l'agglomerato urbano 1.320.000 ab. (stima 2005).

Generalità

Situata sulla costa dell'Oceano Indiano. Già capoluogo della Somalia italiana e prima ancora importante centro religioso e politico di dinastie arabe, la città esercita da sempre il ruolo di massimo centro del Paese. Mentre le attività commerciali sono di antica tradizione, più recenti sono quelle manifatturiere, che possono contare su impianti tessili, per la produzione di cemento o destinati a trasformare i prodotti dell'agricoltura e dell'allevamento; in crescita il settore della rifusione dei metalli. Il porto, di difficile accesso sia per i fondali bassi sia per l'esposizione ai venti dominanti, svolge un traffico modesto. È in funzione un aeroporto internazionale. Università (1959). In somalo, Muqdisho; in arabo, Maqdišū.

Storia

Le sue origini devono risalire a tempi piuttosto remoti. Da probabile posto d'approdo di commercianti fenici, greco-romani e arabi, Mogadiscio divenne, col diffondersi dell'Islam, centro di traffici e meta di gruppi provenienti dalla Penisola Arabica e dal golfo Persico. Verso il sec. XI fu sede di governatorato dell'impero degli Zengi. Città ricca e potente, essa acquistò sempre maggiore autonomia e influenza su un lungo tratto del litorale: Ibn Baṭṭūṭa che la visitò nel 1331 ce ne lasciò una colorita descrizione. Nella prima metà del sec. XV Mogadiscio fu raggiunta anche dalle flotte cinesi dell'imperatore Yung-lo. Vasco da Gama la bombardò nel 1499 e Tristão da Cunha nel 1507. L'insediamento portoghese determinò la decadenza di Mogadiscio che subì poi l'influenza del sultanato degli Agiuràn e di quello di Obbia. Allorché verso la fine del sec. XVII i Portoghesi dovettero ritirarsi nel Mozambico, Mogadiscio cadde prima sotto l'autorità del sultano di ʽOman e poi di quello di Zanzibar (1871), che la cedette in affitto all'Italia nel 1892 insieme ad altri porti del Benadir. Vi sono numerose moschee, quasi tutte costruite nel sec. XX. Capoluogo della colonia della Somalia, Mogadiscio fu occupata nel 1941 dalle truppe inglesi e fu sede dell'amministrazione fiduciaria italiana dal 1950 al 1960, quando divenne capitale della Repubblica Somala.

Media

Mogadiscio.