Questo sito contribuisce alla audience di

Mon (etnologia)

Guarda l'indice

Generalità

Popolazione asiatica stanziata in varie zone della Birmania (Myanmar) meridionale nella regione intorno alle foci del Salween nel golfo di Martaban; gruppi Mon (etnologia) si trovano anche in Thailandia, a W della foce del Menam. Antropologicamente affini ai Munda, vengono considerati tra i più antichi abitanti del Sud-Est asiatico; agricoltori un tempo seminomadi, i Mon (etnologia) presentano molti caratteri culturali propri dei Paleoindonesiani ma parlano una lingua propria; oggi sono acculturati ai costumi birmani e thai.

Storia

Accentrati anticamente nel regno di Thaton (Sudhammavatī), furono sottomessi dai Pagan tra il sec. XI e il XIII. Riacquistata l'indipendenza con la conquista della Birmania da parte dei Mongoli, fondarono un regno la cui capitale fu trasferita dopo la metà del sec. XIV a Pegu (da cui il nome di Peguani). Vennero convertiti al buddhismo del Theravāda all'inizio dell'era cristiana e contemporaneamente fortemente indianizzati, tanto da essereconosciuti anche come Talaing, dal Paese di provenienza dei loro “colonizzatori” indiani (Telinga). In lotta contro i Birmani, furono da essi assoggettati (1539); si resero nuovamente indipendenti quando si indebolì la dinastia birmana e conquistarono Pegu (1740) e Ava (1752). Quando Alaungpaya riunificò il Paese, i loro territori furono ancora una volta conquistati. Nel 1757 cadde Pegu e i Mon non riuscirono più a superare la crisi.