Questo sito contribuisce alla audience di

Montanari, Geminiano

astronomo e matematico italiano (Modena 1633-Padova 1687). Insegnò (1664) matematica a Bologna e dal 1678 astronomia a Padova. Intraprese la sua attività di osservatore nella specola del marchese Cornelio Malvasia a Panzano servendosi del micrometro filare, delineò (1662) una precisa carta lunare; nel 1671 effettuò osservazioni di Algol, la prima stella doppia di cui sia stata riconosciuta la variabilità dello splendore. Si interessò anche dell'osservazione di eclissi solari, di comete e di meteore, tentando di queste ultime un'interpretazione; si occupò infine di balistica, di idraulica, di meccanica dei fluidi. Tra i suoi notevoli contributi in campo economico si ricorda specialmente la Zecca in consulta di Stato (postumo, 1759), in cui anticipò la teoria dell'utilità marginale facendo derivare l'utilità dei beni dall'utilità e rarità di questi.