Questo sito contribuisce alla audience di

Montecilfóne

comune in provincia di Campobasso (74 km), 405 m s.m., 22,75 km², 1588 ab. (montecilfonesi), patrono: san Giorgio (23 aprile).

Centro situato su un colle dei monti Frentani, alla sinistra del fiume Biferno. Possesso in epoca angioina del giustizierato di Capitanata, appartenne a Guglionesi fino al 1619. Devastato dal terremoto del 1456, fu ripopolato nel 1462 da una colonia di albanesi (vi si conserva ancora l'idioma originario). Centro della reazione borbonica, fu domato nel 1861 dalle truppe piemontesi. La chiesa di San Giorgio Martire, di antica fondazione, si presenta nelle forme della ristrutturazione ottocentesca. § L'agricoltura produce cereali, ortaggi, barbabietole da zucchero, olive e foraggi per l'allevamento.