Questo sito contribuisce alla audience di

Montefióre dell'Aso

comune in provincia di Ascoli Piceno (53 km), 412 m s.m., 28,09 km², 2199 ab. (montefiorani), patrono: santa Lucia (13 dicembre).

Centro posto a breve distanza dal mare, tra le valli del fiume Aso e del torrente Menocchia. Nel Medioevo fu castello a lungo conteso tra ascolani e fermani, che qui firmarono un solenne impegno di pace nel 1421. § L'abitato conserva larghi tratti della cinta muraria con porte e sei torri. Nella collegiata di Santa Lucia si trovano sei pannelli di un polittico smembrato di Carlo Crivelli, provenienti (come quelli mancanti e conservati nei musei di Londra e Bruxelles) dalla chiesa romanico-gotica di San Francesco. Quest'ultima, edificata nel sec. XIV e rimaneggiata in epoca barocca, ha un'abside poligonale in cui si apre un portale romanico del 1303. All'interno vi sono un sepolcro gotico del 1310 e affreschi di scuola marchigiana del sec. XIV. A destra della chiesa si apre un chiostro quattrocentesco. Pure quattrocentesca è la chiesa di Santa Maria. § Accanto all'agricoltura (cereali, ortofrutta e vigneti), si è sviluppato un comparto manifatturiero del legno e delle calzature. Attivo anche il turismo, favorito dalla posizione del paese e dalla buona ricettività. § Vi nacque il pittore e xilografo Adolfo de Carolis (1874-1928).