Questo sito contribuisce alla audience di

Montegranaro

comune in provincia di Fermo, 279 m s.m., 31,26 km², 12.860 ab. (montegraneresi), patrono: san Serafino (12 ottobre).

Cittadina su un colle tra le valli dei fiumi Chienti e Tenna. È ricordata per la prima volta nella cronaca farfense e nel 1083 risulta possesso di Fermo. Libero comune nel sec. XIII, in seguito diventò feudo dei veneziani Zeno; passò agli Sforza (1433-45) e infine sotto lo Stato Pontificio. § La parrocchiale dei Santi Filippo e Giacomo conserva una tela attribuita al Barocci e il criptoportico di San Ugo, con affreschi dei sec. XIII-XIV. La chiesa di San Francesco (del 1259, ma più volte ricostruita) conserva un portale gotico. Secentesco è il santuario di San Serafino. § Oltre a contare su un comparto agricolo e zootecnico, è centro industriale molto attivo nel settore calzaturiero, con notevole esportazione anche all'estero.