Questo sito contribuisce alla audience di

Monterado

comune in provincia di Ancona (43 km), 161 m s.m., 10,31 km², 1569 ab. (monteradesi), patrono: san Paterniano (10 luglio).

Centro su un colle alla destra del fiume Cesano. Di origine medievale, condivise le proprie vicende storiche con Senigallia, Castel Colonna e Ripe. Libero comune dal 1267, passò poi allo Stato Pontificio e nel sec. XV fu sotto le signorie dei Malatesta, dei Piccolomini e dei Della Rovere. Con la caduta del Ducato di Urbino (sec. XVII) tornò allo Stato Pontificio. § Nel paese sorge il secentesco palazzo Cinciari, con giardino all'italiana, che incorpora i resti di un castello del sec. XV; interessante la chiesa di San Giacomo Maggiore. § Rilevanti sono la produzione della barbabietola e l'orticoltura; diffuse le coltivazioni arboree e della vite. Il settore manifatturiero è attivo nei settori metalmeccanico, calzaturiero e chimico.