Questo sito contribuisce alla audience di

Montièri

comune in provincia di Grosseto (53 km), 704 m s.m., 108,34 km², 1248 ab. (montierini), patrono: san Giacomo da Montieri (28 dicembre).

Centro sul versante nordorientale del Poggio di Montieri. Noto fin dall'antichità, soprattutto per le sue miniere d'argento, nell'896, con il nome di Mons Aeris, fu donato dal marchese di Toscana al vescovo di Volterra che lo tenne fino al sec. XIII. Passato poi sotto il dominio di Siena (1326), ne seguì le vicende. § Il pittoresco nucleo medievale conserva il cassero, costruito dai senesi nel 1371 e in seguito rimaneggiato, la parrocchiale di San Paolo, con massiccia torre campanaria, e alcuni pregevoli edifici gotici. Fuori dall'abitato sorge la chiesa di San Giacomo, del sec. XIII, poi restaurata. Di interesse storico sono i castelli medievali di Boccheggiano, Gerfalco e Travale, possedimenti dei vescovi di Volterra e dei Pannocchieschi. § L'economia si basa soprattutto sul turismo estivo. L'agricoltura fornisce cereali, uva e olive. § Il comune fa parte del Parco tecnologico e archeologico delle Colline Metallifere.