Questo sito contribuisce alla audience di

Morcóne

comune in provincia di Benevento (38 km), 600 m s.m., 100,96 km², 5122 ab. (morconesi), patrono: san Bernardino da Siena (20 maggio).

Centro situato nel settore sudorientale del Matese. Le tracce di mura poligonali rimandano all'oppido sannitico di Mucre. Gastaldato in età longobarda e sede episcopale nel sec. XI, passò al demanio regio ed ebbe i suoi statuti da Margherita di Durazzo e da Ferrante d'Aragona. Furono poi feudatari i Carafa e i Baglioni (sec. XVII). Fu un importante centro industriale laniero. § A dominio dell'abitato, ubicato su un colle e attraversato da vicoli e salite, sono i resti del castello medievale (sec. XII), con imponenti mura perimetrali. Il borgo storico, di aspetto medievale, conserva la porta San Marco, il palazzo Sannia (sec. XII, restaurato e sede della biblioteca comunale) e la chiesa della Madonna della Pace, con campanile quadrato e, all'interno, una statua lignea del sec. XIII. § L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, frutta e foraggi), sull'allevamento (ovini e bovini) e sull'industria, attiva nei settori alimentare, dell'abbigliamento, del legno e dei materiali da costruzione. È base di partenza per escursioni sul Matese.