Questo sito contribuisce alla audience di

Moscòvia

antico nome di Mosca con il quale è noto in Occidente uno Stato russo esistito dal sec. XIII al XVII. Sorse come conseguenza degli attacchi mongoli alla Suzdalia che si frammentò in piccoli principati; venne fondato da Daniele Aleksandrovič (m. 1303) che ricevette Mosca dal padre Alessandro Nevskij e che ampliò poi i propri domini ponendo le basi della potenza moscovita. La Moscovia si avviò a diventare la regione più ricca e popolata della Russia nordorientale anche se ancora tributaria dell'Orda d'oro. Alla fine del sec. XIV i Mongoli furono battuti dal duca Dmitrij Donskoj; intanto la Moscovia si fuse col granducato di Vladimir e anche i granduchi di Tver e Rjazan si piegarono al suo predominio. Si profilava frattanto a occidente il pericolo lituano. La lotta fra Moscovia e Lituania fu lunga, complicata dai contrasti interni tra i principi moscoviti e i fratelli, usi a ricevere in eredità parti anche cospicue dello Stato. Ivan III (1462-1505) riuscì a unificare la Moscovia annettendo Jaroslav, Novgorod e Tver ed escludendo i figli cadetti da ogni partecipazione al potere. Da quel momento il movimento espansivo della Moscovia fu inarrestabile e portò la sua storia a coincidere con quella della Russia finché Pietro I (1689-1725) trasformò anche formalmente il suo Stato nell'Impero russo.