Questo sito contribuisce alla audience di

Moscova, battàglia della-

nome con il quale Napoleone chiamò quella che i Russi, più esattamente, dissero battaglia di Borodino. Kutuzov, che aveva sostituito Barclay come comandante supremo russo, risoluto a dar battaglia a Borodino, dispose il proprio esercito tra la Moscova e il Koloča. Le forze francesi si avvicinarono lungo tre direttrici e Napoleone decise di attaccare senza indugio secondo un piano che prevedeva lo sfondamento del centro e poi l'accerchiamento dei Russi a Sud per sbarrare loro la strada verso Mosca. Il 7 settembre 1812 ebbe inizio l'azione. Dopo ore di scontri e a prezzo di perdite ingentissime da entrambe le parti (la battaglia fu una delle più cruente che si ricordino) i Francesi (al comando di Ney, Davout, del principe Eugenio e di Poniatowski) conquistarono le posizioni tenute dai Russi, ma non poterono impedire che Kutuzov ritirasse ordinatamente i suoi uomini non riuscendo quindi a tagliar loro la strada per Mosca.