Questo sito contribuisce alla audience di

Mrożek, Sławomir

drammaturgo e prosatore polacco (Borzecin 1930). Sensibile ai valori della comicità grottesca, talora al limite del surrealismo, ha scritto racconti satirici e parodistici quali L'elefante (1957) e Le nozze ad Atomice (1959), e prose in cui il tono caricaturale cede il posto a un amaro scandaglio della realtà (Racconti, 1974; Letterine, 1981). Notevole successo ha ottenuto con lavori teatrali dotati di sottofondo filosofico-politico, come La polizia (1958), che si inserisce nel clima di “disgelo” creato dai fatti dell'ottobre 1956, Il martirio di Piotr O'Hey (1959), In alto mare (1961), Tango (1964), Gli emigranti (1974), Il sarto (1977), A piedi (1980), L'ambasciatore (1981), Ritratto (1987). Nel 1990 si è trasferito in Messico; nel 1995 è uscito Teatro, una raccolta di quattro testi per il palcoscenico e, nel 2001, è stato pubblicato I reverendi.