Questo sito contribuisce alla audience di

Muḥammad VI, Sîdi

re del Marocco (Rabat 1963). Figlio di Hassan II, è succeduto al trono alla morte del padre nel 1999. Ricevuta una pesante eredità sul piano sociale e la crisi del Sahara Occidentale ancora irrisolta, come primo atto del suo regno ha avviato una politica di rottura con il passato repressivo: ha destituito il ministro dell'Interno Driss Basri, braccio destro del padre per vent'anni, e ha promesso di riformare la scuola, di debellare la povertà e la disoccupazione, di trovare una soluzione nel Sahara Occidentale e di riprendere i rapporti con l'Algeria "Per approfondire vedi Libro dell'Anno 2000 p 231b" "Per approfondire vedi Libro dell'Anno 2000 p 231b" . Nel 2003 ha annunciato modifiche radicalinel diritto di famiglia che hanno trasformato,migliorandola, la posizione delle donne senzaperaltro offendere i sentimenti islamici. Si èmostrato inoltre molto determinato a fronteggiaree combattere le radici del terrorismo nelpaese. Sul fronte esterno ha incoraggiato, semprenel 2003, un negoziato con gli Stati Unitiper un accordo di libero scambio commerciale eha ripreso le relazioni diplomatiche con la Spagna,che si erano interrotte nel 2001.

Collegamenti