Questo sito contribuisce alla audience di

Mun, Thomas

economista inglese (Londra 1571-1641). Dirigente della East India Company dal 1615 alla morte, fu fra i più significativi esponenti del mercantilismo. Difese l'importanza del commercio estero come fonte di ricchezza, e, pur propugnando la necessità di una bilancia commerciale attiva, pose in evidenza che a lungo andare l'afflusso di metalli preziosi derivante dall'eccedenza di esportazioni avrebbe inevitabilmente condotto a un aumento dei prezzi interni con ripercussioni negative sul volume delle esportazioni stesse. Scrisse A Discourse of Trade from England into the East Indies (1621; Riflessioni sulle esportazioni dall'Inghilterra alle Indie Orientali), in difesa dell'operato della East India Company, e England's Treasure by Forraign Trade (La ricchezza dell'Inghilterra attraverso il commercio estero), pubblicato postumo (1664) dal figlio.